La storia

 

La storia della razza è molto ben documentata, poiché fu solo nel 1960 che iniziò a svilupparsi. L’Eurasier deve la sua esistenza in gran parte alla dedizione unica di un tedesco di nome Julius Wipfel, di Wienheim in Germania. Giulio e sua moglie, Elfriede, accolsero un cane lasciato alle spalle da un soldato alleato che si ritirava dopo l’occupazione tedesca della Seconda Guerra Mondiale. Questo cane, di origine incerta, era soprannominato “il canadese” e, nonostante la sua propensione ad uccidere la fauna selvatica, e anche altri piccoli animali domestici, i Wipfels lo ritenevano il cane più incantevole che avessero mai posseduto. 

Dopo la morte del canadese, Giulio si sentì in dovere di creare una razza a sua immagine, ma con un temperamento più morbido. Dopo molti studi auto-diretti sulla genetica, incluso l’allevamento sperimentale di uccelli da compagnia, Julius scelse di incrociare  Keeshonds con Chow Chows . Ha ipotizzato che le due razze fossero sufficientemente vicine geneticamente per produrre prole che fossero coerenti nell’aspetto e nel temperamento. Tuttavia, i cuccioli risultanti da questi accoppiamenti erano in realtà di tre tipi distinti, un cosiddetto “tipo misto”, un tipo lupo-dingo e un tipo polare. 

Di questi, i cuccioli di tipo Polar erano i più vicini al cane che Wipfel cercava, mentre i cuccioli di lupo-dingo erano tornati a comportamenti primordiali e non erano adatti come animali domestici. Utilizzando una rete di appassionati affini, Wipfel ha allevato da vicino questi cani, che sono stati conosciuti come Wolf-Chows nel decennio successivo, senza l’introduzione di nuovi geni. Tuttavia, dopo aver consultato un famoso genetista per quanto riguarda la sua nuova razza nel 1972, decise di allevare cinque femmine di Wolf-Chow in un singolo maschio  Samoiedo.  Da questo punto in poi, il registro riproduttivo divenne un libro chiuso, ed è da questi accoppiamenti di fondazione che viene costruita l’intera razza moderna. Il nome Eurasier allude alle sue origini miste nelle razze canine europee e asiatiche. La Federation Cyanologique Internationale ha riconosciuto la razza nel 1973, mentre è stata iscritta al Kennel Club Register dal 2013. 

 

Aspetto generale

L’Eurasier è un cane di tipo Spitz ben bilanciato con un generoso pelo che non è così denso da nascondere i contorni del cane. Ha una testa simile a un lupo con un solco marcato che corre tra gli occhi che conducono dal cranio piatto al muso e una fermata appena percettibile. Il muso è proporzionato alle altre caratteristiche; forte ma non ruvido con un morso pulito. Il naso, le labbra e le palpebre attillate sono tutte nere. Gli occhi sono di forma ovale e leggermente obliqui e di solito sono di colore marrone scuro. Le orecchie sono abbastanza ravvicinate, di medie dimensioni e punteggiate con punte arrotondate. 

Il collo, la schiena e i lombi sono dritti e molto muscolosi, con garrese pronunciato, il che significa che la punta della spalla si trova appena sopra il livello della colonna vertebrale. La razza ha una lunga cassa toracica che ha una primavera ragionevole, ma non è molto ampia e l’addome ha una leggera piega. Come è tipico di uno Spitz, la coda è ampia e folta e viene portata sdraiata sulla schiena o arricciata lateralmente. Sia gli arti anteriori che quelli posteriori sono moderatamente angolati e muscolosi nella metà superiore. C’è una simmetria nel loro aspetto, in quanto gli arti superiori e inferiori sono approssimativamente uguali in lunghezza. L’Eurasier ha una forte struttura ossea e le zampe sono di forma ovale e strette, con dita arcuate. Tutte le unghie sono di solito nere. 

La razza ha un sottopelo molto spesso e uno strato esterno di peli di guardia più grossolani. Il pelo è lungo sulla coda e sul retro degli arti, mentre i capelli più lunghi si vedono anche intorno al collo, anche se non dovrebbero formare una criniera. Sono ammessi tutti i colori, ad eccezione del bianco o del fegato. 

Gli Eurasier maschi variano in altezza da 52 a 60 cm (20-24 in) e pesano 23–32 kg (51–70 lb), mentre le femmine sono alte 48–56 cm al garrese e pesano 18–26 kg (40– 57 libbre). 

CODICE FCI 291
GRUPPO 5 – CANI TIPO SPITZ E TIPO PRIMITIVO
SEZIONE 5A – SPITZ ASIATICI E RAZZE AFFINI

Riproduzione selezionata

QUALIFICA MORFOLOGICA MINIMA MASCHIO Eccellente o Molto Buono in speciale o raduno
QUALIFICA MORFOLOGICA MINIMA FEMMINA Eccellente o Molto Buono in speciale o raduno
PROVA VERIFICA ATTITUDINALE CARATTERE TVC: test valutazione caratteriale
PATOLOGIA 1 HD: A,B.
PATOLOGIA 2 Oculopatie ereditarie: esente

Parametri standard

TESTA
cranio equilibrato ma non troppo ampio. La forma della testa, vista da sopra e di lato, è quella di un cuneo. Canna nasale e cranio sono paralleli.

REGIONE DEL CRANIO
fronte piatta con sutura metopica distinta.
Occipite ben definito

REGIONE DEL MUSO
TARTUFO
di media grandezza, pigmentato di nero

MUSO
non troppo grossolano, né troppo appuntito. Si assottiglia verso il tartufo. Canna nasale diritta e mandibole diritte

LABBRA
i bordi delle labbra sono tesi e con pigmento nero

MASCELLE/DENTI
forti; larga dentatura nella mascella inferiore. Forte dentatura completa (42 denti secondo la formula dentaria). Chiusura a forbice o a tenaglia. Gli incisivi superiori o si sovrappongono strettamente agli inferiori o vi si appoggiano. I premolari e i molari sono inseriti allineati, senza interruzioni. Tutti i denti devono essere perpendicolari alla mascella

GUANCE
appena pronunciate

OCCHI
scuri, di media misura, non troppo infossati né sporgenti. Taglio leggermente obliquo. Bordi palpebrali con pigmento nero e strettamente aderenti

ORECCHIE
inseriti distanziati tanto quanto l’ampiezza della base di un orecchio. Di media misura e triangolari. Orecchi eretti con punte leggermente arrotondate. Le punte degli orecchi e il centro dello stop dovrebbero formare un triangolo quasi equilatero

COLLO
di media lunghezza, in armonia con l’aspetto generale. Ben muscoloso. La pelle della gola è strettamente aderente. S’inserisce fluidamente nel corpo

CORPO

ARTI
Aspetto generale visti dal davanti, diritti e paralleli. Visti di lato, moderatamente angolati. Braccio e avambraccio di lunghezza quasi uguale

SPALLA
ben muscolose. Posizionate leggermente oblique

ANDATURA
copre molto terreno con forte spinta del posteriore e buon allungo

PELLE
tesa, pigmentata

PELO
su tutto il corpo un fitto sottopelo e un pelo esterno di media lunghezza, mollemente aderente. Pelo corto sul muso, orecchi e parte anteriore degli arti. Coda, parte posteriore degli anteriori (frange) e posteriori (calzoni) sono ricoperti di pelo lungo. Il pelo sul collo è solo leggermente più lungo che sul corpo, e non forma una criniera

COLORI AMMESSI
tutti i colori e combinazioni di colore sono permessi con l’eccezione del bianco assoluto, macchie bianche, o color fegato

DIFETTI PIÙ RICORRENTI
• Mancanza di corrette caratteristiche sessuali
• Assenza di uno solo o più incisivi o canini; assenza di un solo o più premolari 3 o 4, o uno solo o più molari 1 o 2 . Anomalie nella chiusura
• Ectropion, entropion; occhi troppo infossati o troppo piccoli
• Distichiasi ( ciglia allineate in due file)
• Orecchi semi-eretti o pendenti
• Coda piegata
• Forte mancanza di pigmento
• Nervosismo, timidezza, eccessiva diffidenza
• Aggressività

N.B. I maschi devono avere due testicoli apparentemente normali completamente discesi nello scroto

Carattere

Come descritto in precedenza, l’Eurasier è sempre stato inteso come compagno, anziché come razza di utilità. Visto attraverso questo obiettivo, è facile capire la devozione e la dipendenza della razza dalla sua famiglia. Sono più felici quando si trovano al centro della casa, coinvolti in tutte le attività familiari e formano un legame molto forte con i loro proprietari. Dato il costante contatto che bramano, il loro alto livello di intelligenza significa che sono cani molto intuitivi che sembrano avere la capacità di leggere le menti. All’interno della famiglia, sono affettuosi e sensibili e sono generalmente molto calmi in casa. 

Sebbene non siano una razza ad alta energia, sono comunque molto vigili e fanno buoni cani da guardia. Il loro intrinseco sospetto di estranei può anche aiutare in questo senso, e anche amici di famiglia stretti possono trovare che l’Eurasier impiega un po ‘di tempo per riscaldarsi e accettare la loro presenza, e ancora più tempo prima che le coccole o le coccole siano permesse. Detto questo, è molto raro incontrare un Eurasier con qualsiasi striscia aggressiva; semplicemente evitano le situazioni in cui sono a disagio. Si dice che la razza non abbia praticamente alcun istinto di caccia, e quindi potrebbe essere una buona scelta per le famiglie con animali domestici più piccoli. 

I nostri cuccioli

MaschiFemmine